Condizionatori, quando accenderli e come usarli per risparmiare

Non tutti sanno come si utilizza correttamente un condizionatore, spesso nella scelta di un nuovo modello non sempre si colgono le potenzialità dell’apparecchio in grado di climatizzare l’ambiente sia d’estate che d’inverno. Per fare chiarezza si può dare qualche informazione in più sulla natura di questi dispositivi che esistono in commercio in varianti fisse e mobili, una prima distinzione che può aiutare a capire il tipo di condizionatore di cui si ha bisogno, se un modello da collocare stabilmente in casa o uno provvisto di ruote da poter essere spostato a piacimento. Quando si acquista un condizionatore il timore è di incorrere in consumi esorbitanti, in termini di sprechi energetici.

Non dipende solo dall’apparecchio, ma dall’uso più o meno parsimonioso che se ne può fare, per quanto il condizionatore possa essere virtuoso non varrà a molto se lo si terrà acceso incondizionatamente giorno e notte. Molto meglio pianificare gli orari di accensione e impostare il timer per un funzionamento col contagocce, sarebbe uno spreco lasciarlo acceso quando nessuno è in caso e può beneficiare dei suoi effetti termici o rinfrescanti, a seconda della stagione. A proposito di timer i migliori modelli portano in dote anche un telecomando finalizzato alla gestione di vari gradi di aerazione per climatizzare l’ambiente domestico. Anche la raccolta dell’acqua ha un suo perché. Ogni dispositivo è strutturato per scaricare l’acqua prodotta dalla condensa, predisporre la racconta di quest’acqua in un contenitore potrà limitare la formazione di umidità. Negli ultimi top di gamma si può programmare l’accensione e lo spegnimento oltre alla funzionalità che attiva la de-umidificazione o il raffreddamento, un optional di grande utilità per ridurre gli sbalzi termici e gli effetti negativi che ne conseguono.

Se si intende alloggiare il climatizzatore alla parete, è preferibile scegliere un punto in alto del muro e non sistemarlo mai dietro mobilio o tendaggi che potrebbero vanificare i suoi effetti, a seconda della necessità, fungendo da barriera che ferma la libera circolazione di aria calda o fresca. In un’ottica di corretta manutenzione si controllino bene i filtri, la cui pulizia è un imperativo da non trascurare per evitare occlusioni e possibili guasti.